CALL drammatizziAMO 2022

call pubblica rivolta a tuttə* lə cittadinə di Treviso
per partecipare al processo creativo drammatizziAMO
all’interno di
GEA.22
GIOIOSAETAMOROSA – Treviso Contemporary Theater Festival”

Sei della provincia di Treviso e hai tra i 10 e i 100 anni? Ti piace scrivere? Hai voglia di sperimentarti come drammaturgə? Ti va di metterti in gioco con un laboratorio di scrittura teatrale dedicato alla cittadinanza di Treviso? Partecipa al processo creativo drammatizziAMO, un laboratorio di scrittura drammatica con restituzione al pubblico durante GEA.22, il Festival di teatro contemporaneo GIOIOSAETAMOROSA, che si terrà a Treviso dall’8 al 17 luglio 2022.

Descrizione dell’iniziativa

Il processo creativo di scrittura per la scena drammatizziAMO è un laboratorio di scrittura teatrale in cui lə partecipanti (massimo 10) lavoreranno alla stesura di un breve atto unico a due o tre personaggi ambientato a Treviso. Il tema della drammaturgia dovrà aver a che fare con il concept di GIOIOSAETAMOROSA, dove per “gioia” e “amore” si intende tutto l’amore e la gioia, sotto qualsiasi forma e accezione, la gioia di vivere e il rapporto con la felicità, il sesso, il dionisiaco come l’ebbrezza che deriva dall’arte sensuale, dall’erotismo, dalla convivialità, lo spirito gaio ed entusiasta, nell’imprevisto, nella condivisione del piacere, nell’irrazionale e nell’impeto creativo. Il tema specifico dell’edizione GEA.22 sarà legato ai modelli di potere matriarcale e patriarcale: ben vengano quindi (ma non come condizione necessaria) anche proposte di scrittura su questa linea.

Lə partecipanti verranno selezionatə anche sulla base di una loro proposta di scrittura da elaborare durante il laborotroio il cui tema deve aver a che fare con il concept di GIOIOSAETAMOROSA (vedi sopra). Lə selezionatə avranno l’occasione di condividere, con lə pedagoghə e lə colleghə, il percorso creativo dall’idea originale alla scrittura completa di un breve atto unico. Gli elaborati dovranno avere una durata di circa 10 minuti. Durante il seminario lə partecipanti avranno la possibilità di verificare il proprio testo in lavorazione avendo a disposizione la voce e il corpo di attricə professionistə, saranno accompagnati da essə nella scrittura in un clima di “bottega” dove teoria e pratica si alternano senza soluzione di continuità.

Al termine del processo creativo ci sarà un momento di restituzione al teatro Mario Del Monaco in cui lə attricə professionistə (lə pedagoghə stessə) daranno voce e vita agli atti unici elaborati in una lettura scenica aperta al pubblico tra il 12 e il 17 luglio 2022 all’interno della programmazione del festival GEA.22.

Quando

Il processo creativo si svolgerà con il seguente calendario:
venerdì 17 giugno 2022 dalle 18.00 alle 22.00
sabato 18 giugno 2022 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
domenica 19 giugno 2022 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
venerdì 24 giugno 2022 dalle 18.00 alle 22.00
sabato 25 giugno 2022 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
domenica 26 giugno 2022 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
(gli orari potrebbero subire variazioni)

tra il 12 e il 17 luglio 2022 lettura scenica pubblica

Cosa fare per partecipare

Compila il MODULO che trovi qui sotto entro le ore 23.59 di domenica 12 giugno 2022 e ti ricontatteremo noi. (se incontri difficoltà nella compilazione del modulo chiamaci pure al numero +39 392 802 8549).

Costo

Il Comitato Teatro Treviso ha deciso, il linea con i valori fondanti di GIOIOSAETAMOROSA, di offrire i processi creativi alla cittadinanza ad un costo simbolico: quando la tua candidatura sarà accettata, riceverai tutte le informazioni su come poter versare la quota di partecipazione che ammonta a:

20€ per lə under 21 – 50€ per lə over 21

Chi siamo

Il laboratorio sarà condotto dall’attore e pedagogo Alex Cendron e dall’attrice e pedagoga Irene Curto. Il progetto è a cura del Comitato Teatro Treviso.

Informazioni

Per altre informazioni sul laboratorio scrivi a info@gioiosaetamorosa.it o chiama il numero +39 392 802 8549.


*Italiano inclusivo: la piccola “e” rovesciata “ə” che incontrerete in questo sito si chiama “schwa”. Rappresenta il nostro tentativo di usare un linguaggio che non discrimini per genere, maschile e femminile, per favorire la costruzione di un clima di convivenza delle differenze. Una piccola proposta che permetta di parlare a tutte e tutti, cioè a tuttə, senza escludere nessunə. Per maggiori informazioni clicca qui.